giovedì 23 novembre 2017

Prendilo mamma

Ci sono momenti nella vita di me mamma, molti momenti a dir il vero, in cui mi smarrisco.
Sono quei momenti tra un vecchio e un nuovo equilibrio, e ci devo fare i conti ogni volta che i miei figli crescono un po'.


Ogni volta che mi adagio sulla conquista, ecco che arriva il loro cambiamento, di uno o di tutti, repentino, inaspettato, ed io non sto al passo.
Da giorni sereni e leggeri mi trovo catapultata in giorni difficili e incerti.
Mi sento inadeguata, sono travolta e stravolta dalla mia incapacità di stare al loro passo immediatamente, di non capire e non capirli.
In quei momenti prima mi lascio sopraffare e provo anche rabbia e insofferenza, poi mi fermo ad ascoltare il rumore delle cose, che no non sono mai statiche come mi lasciano illusoriamente a credere, ed ecco che timidamente vado oltre quei capricci di troppo, quei pianti di ribellione, e ricerco.

Ricerco ciò che nel cambiamento se n'è andato o mi è più semplicemente sfuggito di mano.
Basta poco e ritrovo la sintonia coi miei tre, con ciascuno dei tre, con ciascuna personalità, bisogno e temperamento.
Sono loro a tendermi il filo invisibile della sintonia, mi sussurrano "Prendilo mamma" e lo afferro nel momento esatto che mi metto in discussione io, e non ci metto loro o i loro capricci.
E via per nuove conquiste loro e mie, che ogni volta risintonizzarsi sulle loro linee è una conquista per la mamma che divento giorno per giorno.

La sintonia... un'indescrivibile perfetto accordo tra te madre e il non detto dei tuoi figli, una magia che si instaura e dona benessere a te e a loro, crea complicità e sicurezza.

(Questo pezzo nasce dalla partecipazione al tema della settimana di Aedi Digitali #aedidigitali #sintonia)