mercoledì 10 gennaio 2018

Fettine alla pizzaiola: i ricordi del cuore

[Anche il marito ha la scrittura che gli scorre nelle vene, ed ogni testo prende magia se c'è dietro la sua mano; anche il marito è bravissimo in cucina, specie con le carni; dall'unione delle due cose nasce questo post.]

Oggi, dopo qualche giorno di assenza dal lavoro, a causa di una lunga influenza, complici la monotonia del tempo domestico (quando i bambini sono a scuola, beninteso) e la giornata bigia, ho deciso di cucinare. E poiché la cucina è un atto agricolo - dicono - ho pensato alle mie origini campagnole e quindi ai miei nonni, che hanno vissuto in due frazioni limitrofe e rivali di un piccolo villaggio ai piedi dei Sibillini.


La campagna dei Sibillini è una cosa meravigliosa, fatta di piccoli appezzamenti scoscesi che, a monte, si uniscono direttamente alla macchia, attraverso quello stacco netto dell'ultima linea di aratura e che, a valle, si insinuano nei piccoli centri abitati e si ramificano in piccoli orticelli.
Nonno, da ragazzo, andava a caccia, tagliava la legna, faceva il carbone e altre milleduecento cose. Nonna aiutava nelle faccende domestiche e curava le piante e, soprattutto faceva l'orto.
Nonna cucinava ogni giorno per almeno dieci persone, quindi le ricette dovevano essere facili da realizzare e nutrienti.
Patate, carote e aglio sono gli ingredienti e gli aromi che mi sono tornati in mente oggi.


La ricetta che proverò a rifare, seguendo il ricordo nitido di quel profumo e di quel sapore, sono le "fettine alla pizzaiola al modo di Lisa", cioè di nonna, e speriamo che moglie e bimbi apprezzino.

Ingredienti per 5 persone:
  • 8-10 fettine di girello
  • 6-7 patate gialle piccole e medie
  • 1 carota
  • 2 spicchi d'aglio
  • sale
  • pepe
  • timo
  • noce moscata
  • olio evo
Ho messo gli spicchi d'aglio e un paio di giri d'olio sul fondo della pentola, poi vi ho distribuito un primo strato di patate tagliate sottili (3-4 mm di spessore) e di carote ancora più sottili (1-2 mm). Ho poi appoggiato le prime fettine di carne sopra a tale base e ho continuato con la stessa alternanza fino a finire gli ingredienti.


Ho salato, pepato e aggiunto le altre spezie. Ho acceso il fuoco molto basso e ho poggiato sulla pentola un coperchio in vetro. Se, durante la cottura, i liquidi non saranno sufficienti, aggiungerò acqua.


Tempo di cottura: due ore circa.

Nessun commento:

Posta un commento