domenica 22 aprile 2018

Come togliere l'odore di pipì del gatto dagli indumenti

Sono dolci, dolcissimi, batuffolosi; sono gatti.
Il gatto è il mio animale preferito, e se proprio proprio ho una preferenza, adoro i gatti rossi, neri e le tricolori.


Nella realtà ho una gatta europea tigrata grigia e una trovatella bianca con deliziose macchie nere, entrambe attualmente in trasferta dai nonni essendo abituate a stare fuori, un gatto rosso e uno grigio e bianco a pelo lungo che invece vivono in appartamento con noi.
Due - Gina (che è da mamma) e Fulmine - sono bra-vis-si-mi, due - Pierrot (anche lei da mamma) e Pisolo sono un po' monelli.
Qualche giorno fa, vado per mettere le scarpe a Biuz ma puzzano!!
Gatto dispettoso.

Come risolvere? Buttare via tutto di certo no, si tratta di scarpe nuovissime, e lavarle semplicemente in lavatrice non basta a mandare via l'odore acre.

Innanzitutto si mettono in ammollo i capi - nel nostro caso le scarpe - con un prodotto sbiancante, per un'ora nel caso di capi colorati, per almeno 2 ore nel caso di capi bianchi.
Quindi si lava in lavatrice, con acqua fredda che l'acqua calda non farebbe altro che far aderire ancor più la puzza al tessuto, con una soluzione di acqua e aceto.
Si lascia asciugare e nel caso ancora ci sia un po' di odore si ripete l'operazione.

Una chicchina: fare un lavaggio con un tappo di Vernel Perfume Parls viola e finalmente ecco che il cattivo odore non c'è più.